UN NUOVO SOSTEGNO FUTURO CAMPUS
PER MILANO.
Da un'idea e con la partecipazione di Renzo Piano.
UN NUOVO CAMPUS
PER MILANO.
Da un'idea e con la partecipazione di Renzo Piano.

IL PROGETTO

Benvenuto nel cantiere di via Bonardi, il progetto che il Politecnico di Milano sta realizzando come regalo alla città e ai suoi cittadini. Dopo la riqualificazione di piazza Leonardo, i lavori nel Campus Bonardi da un’idea e con la partecipazione dell’Alumnus e architetto Renzo Piano, intendono proporre un’idea di città più verde, a misura d’uomo, aperta e internazionale, capace di dare spazio a energie creative al fine di valorizzare il lavoro, lo studio e la vita dei cittadini.

SPAZI INNOVATIVI

Il nuovo Campus ospiterà un polo di eccellenza internazionale per la ricerca e l’innovazione in architettura. Un nuovo Laboratorio Modelli di circa 750 mq., congiuntamente a spazi studio e nuove aule attrezzate, affiancheranno gli storici edifici del Trifoglio e della Nave firmati dal maestro milanese Gio Ponti, anch’essi ristrutturati e valorizzati.

NUOVI SPAZI PER LA DIDATTICA

Quattro nuove aule studio, una nuova aula magna con 900 posti e nuovi edifici integrati nell’ambiente grazie a tappeti d’erba e giardini aperti a tutti, completeranno il complesso. Il cuore del nuovo Campus sarà un giardino per tutti i cittadini, con cento nuovi alberi che popoleranno un corridoio verde a collegare piazza Leonardo, il parco Giulio Romano e i giardini storici del Campus Leonardo.

INNOVAZIONE

I nuovi edifici ospiteranno un laboratorio di modellistica architettonica, aule per la didattica e aule studio supplementari, per un totale di 4.200 mq. Il vecchio laboratorio di modelli, conosciuto familiarmente come “Sottomarino”, verrà eliminato per consentire la nascita di un nuovo spazio aperto da vivere in forma aggregativa. Un bosco di ben 8.000 mq, che collegherà direttamente il patio di Architettura con il “Trifoglio” e la “Nave”, in un continuo di spazi aperti e chiusi.
1_Home_Scroll_Down_Button_2
UN NUOVO FUTURO
PER MILANO.

EVOLUZIONE

Il progetto, sulla scia della positiva trasformazione urbana, economica e sociale che sta vivendo Milano, rispecchia la visione del Politecnico di un’università in forte relazione con il territorio, in perfetta simbiosi con la città in cui è inserito. Sono molti gli esempi positivi di cooperazione proattiva tra l’Ateneo e la città di Milano.
1_Home_Scroll_Down_Button_2
UN NUOVO SOSTEGNO
PER MILANO.

DONAZIONI

La campagna di raccolta fondi punta molto sull’elemento di condivisione dal basso: permette a tutte le persone che credono nel progetto di donare liberamente e sentirsi parte del progetto nella sua interezza.
Esiste la possibilità associare il proprio nome ad aule, luoghi e spazi del nuovo Campus. Identificare un’aula con il nome di una persona o famiglia che ha creduto nel progetto testimonia lo spirito di partecipazione che caratterizza questa iniziativa. Oltre alla donazione libera sarà quindi possibile effettuare una donazione intitolata per la realizzazione dell’aula magna o delle quattro nuove aule studio, per piantare uno dei cento alberi o per posare un mattone.

MATTONI DEL CAMPUS

È possibile incidere il proprio nome su un mattone che andrà a costituire uno dei nuovi edifici. Il mattone intitolato rappresenta lo spirito costruttivo e di sostegno che caratterizza chi crede in questo progetto.

ALBERI DEL CAMPUS

Lo spazio del parterre, di fronte all’Edificio C, diventerà una grande area pedonale pavimentata ed attrezzata con zone di sedute e vedrà la nascita di 100 nuovi alberi. Il nuovo campus diventerà quindi un polmone verde nel centro della città, vivibile allo stesso modo dagli studenti del Politecnico e dai cittadini del quartiere. Il proprio nome sarà legato all’albero donato, per comunicare a tutti il proprio supporto al progetto.

AULE STUDIO

Il nuovo Edificio B, di 5 piani, di cui 1 interrato sorgerà accanto all’Edificio “Trifoglio”. I 4 piani superiori ospiteranno quattro luminose aule, con una capienza totale di circa 520 posti.

AULA MAGNA

Lo storico edificio “Trifoglio” di Gio Ponti sarà interamente riqualificato, creando nuove aule per lo studio e la didattica. L’edificio vedrà la nascita di una nuova aula magna per il Campus Leonardo. Nello specifico il progetto prevede un innovativo spazio che nasce dall’apertura di due aule del primo piano verso il grande spazio aperto centrale, creando un’enorme sala conferenze che riuscirà ad accogliere oltre 800 persone per grandi eventi o inaugurazioni.