UN NUOVO CAMPUS
PER MILANO.
Da un'idea e con la partecipazione di Renzo Piano.
Nuovi spazi per migliorare la qualità degli ambienti di lavoro, di studio e di vita dei nostri ricercatori e studenti.
Un nuovo Campus all’avanguardia, internazionale, verde e aperto a tutta Milano.
Un nuovo orgoglio per il Politecnico e un dono alla città, così come Renzo Piano ha regalato a noi le sue idee.
Ferruccio Resta - Rettore del Politecnico di Milano

VISTA 3D

I nuovi edifici ospiteranno un laboratorio di modellistica architettonica, aule per la didattica e aule studio supplementari, per un totale di 4.200 mq. Il vecchio laboratorio di modelli, conosciuto familiarmente come “Sottomarino”, verrà eliminato per consentire la nascita di un nuovo spazio aperto da vivere in forma aggregativa. Un bosco di ben 8.000 mq, che collegherà direttamente il patio di Architettura con il “Trifoglio” e la “Nave”, in un continuo di spazi aperti e chiusi.

PLANIMETRIA INTERATTIVA

+ + + + +
Il progetto nasce dall’idea e con la partecipazione di Renzo Piano, laureato al Politecnico di Milano in Architettura nel 1964, trasmesso attraverso gli accattivanti schizzi che ha donato alla sua Università. Nei disegni originali, qui riportati, è possibile leggere e apprezzare il concept che ha ispirato l’idea del Nuovo Campus di Architettura, caratterizzato dalla presenza di spazi verdi in un ambiente universitario aperto alla città e accessibile a tutti.

DISEGNI ORIGINALI DI RENZO PIANO

Bisogna sempre ricordare che fare architettura significa costruire edifici per la gente,
università, musei, scuole, sale per concerti: sono tutti luoghi che diventano avamposti contro
l'imbarbarimento. Sono luoghi per stare assieme, sono luoghi di cultura, di arte
e l'arte ha sempre acceso una piccola luce negli occhi di chi la frequenta.
Renzo Piano - Architetto e Alumnus Politecnico di Milano 1964
0 DONATI FINO AD ORA!